Seguici anche su Facebook Seguici anche su Twitter

TUNISIA CENTRALE

Guarda le Maisons de Charme in quest'area >>


El Jem

 
 

La città fu costruita, come molti altri insediamenti romani in Tunisia, sui resti di vecchi centri punici. A El Jem spicca sontuoso e  imponente l'anfiteatro (spesso chiamato erroneamente Colosseo) in grado di ospitare 35.000 spettatori seduti. Solo il Colosseo di Roma, con circa 45.000 posti a sedere, ed il teatro di Capua erano più capienti. L'anfiteatro di El Jem venne costruito dai romani sotto il controllo del proconsole Gordiano I, il quale venne acclamato Imperatore a Thysdrus, intorno al 238 e sede dei più importanti spettacoli di gladiatori del Paese. Oggi ospita in estate svariate manifestazioni musicali
 



Dougga


L'impianto della città si deve a Cartagine (V secolo a.C.) che la mantenne fino a quando, dopo la sua sconfitta nel 202 a.C. (battaglia di Zama, seconda guerra punica), venne acquisita da Massinissa. Dopo la sconfitta di Giugurta passò sotto il controllo di Roma che durò diversi secoli. Dougga ospita un importante monumento della cultura numidica: un mausoleo che Micipsa fece erigere in onore del padre, Massinissa, nel 138 a.C. Il Campidoglio di Thugga eretto nel 166-167 d.C., è un monumento imponente e particolarmente ben conservato ed è, anche per la qualità della sua esecuzione, uno dei più pregevoli monumenti romani dell'intera Africa settentrionale.



Kairouan



Kairouan, iscritta dall’UNESCO, tra i patrimoni dell’Umanità, è stata ufficialmente dichiarata Capitale della Cultura Islamica nel 2009. Affascinante, misteriosa, accogliente, Kairouan (Qayrawan), antica capitale degli Emiri aglabiti, uno dei gioielli della Tunisia, regala 13 secoli di storia. Prima città santa dell’Africa settentrionale, e 4° città santa dell’Islam (dopo la Mecca, Medina e Gerusalemme). È una città di estremo interesse storico, percepibile nella stupenda Medina e nei Bastioni, nonchè dall’alto numero di Moschee e Zaouias (mausolei di santi), o attraverso il fasto delle cerimonie del Mouled (anniversario del profeta Mohamed).
 



Sousse




Terza città del paese: al riparo delle sue fortificazioni, la Medina e i souk mantengono un ritmo tutto mediterraneo, insieme al clima eccezionalmente soleggiato e alla qualità delle spiagge. La sua medina fa parte dei patrimoni mondiali dell’Unesco.



Monastir



Il mare è onnipresente: è sufficiente costeggiare la strada panoramica per scoprire generose spiagge di sabbia fine e la magnifica Marina Cap-Monastir. Ha restaurato i bastioni della medina, la moschea e il ribat, diventato il set di numerosi film e che ospita le spoglie del Presidente Bourguiba artefice dell'Indipendenza Tunisina dai Francesi nel 1956.



Mahdia


Conserva ancora le vestigia del suo passato guerriero! La pesca è l'attività economica principale di quest'area del Paese. Il venerdì, giorno di mercato, le ricamatrici espongono le loro opere, lavorate con fili d'oro e perle.
Tra le principali attrazioni della città spicca l'incantevole e antica Medina. La Skifa el-Kahla, l'imponente porta di ingresso fortificata della Medina, è l'unica struttura che rimane della città originale e offre uno stupendo panorama dalla sua sommità: si apre sulla stretta via principale di ciottoli fino alla Medina, Rue Ali Bey. Degna di particolare nota è anche la Moschea di Mustapha Hamza, costruita nel 1772, quando la piazza costituiva il centro del quartiere turco della città. Molto bella è anche la fortezza del XVI secolo di Borj el-Kebir, situata in cima a un colle.